Saxa Rubra | Roma

Saxa Rubra | Roma

In un contesto di pregio naturalistico urbanizzato, Bioedil si occupa di un importante progetto di rigenerazione urbana. Una riqualificazione e valorizzazione di una parte di un complesso immobiliare in zona Saxa Rubra nel territorio di competenza del Municipio Roma XV. Dei sei edifici del complesso, a destinazione d’uso industriale/artigianale – produttiva, quattro sono quelli interessati dalla ristrutturazione.

 

Fra gli obiettivi del progetto: aumentare la sicurezza dell’edificato dal punto di vista della risposta agli eventi sismici; migliorare la qualità ambientale ed architettonica dello spazio insediato; promuovere le tecniche più avanzate di bioedilizia e di contenimento dei consumi energetici; promuovere lo sviluppo del verde urbano con l’adozione di superfici permeabili e la realizzazione di interventi per il recupero delle acque piovane.

Scheda tecnica

Importo lavori
8.000.000,00 Euro

Data progetto
2018

Stato
Iter autorizzativo in corso

Incarico
Progettazione architettonica preliminare, Progettazione architettonica definitiva

Committente
FOURSTAR Srl

Imprese appaltatrici
#

Destinazione
Direzionale-Privato

IL PROGETTO

Un intervento di demolizione e ricostruzione, con un nuovo e unico edificio a destinazione direzionale al posto dei quattro esistenti, sottoutilizzati e in parziale stato di abbandono, dalle linee architettoniche semplici, senza particolari elementi di pregio.

Il progetto prevede invece un edificio per uffici su tre livelli fuori terra, con fondazioni superficiali in ragione della “sensibilità archeologica” del sito, organizzato intorno a un’ampia corte centrale in gran parte piantumata. La parte esterna del lotto è sistemata a verde e a parcheggio degli autoveicoli, con pavimentazioni di tipo drenante.

L’involucro esterno dell’edificio, contraddistinto da vetrate continue, riflette il paesaggio minimizzando l’impatto visivo. I brise-soleil (o frangisole) estesi a buona parte del perimetro esterno, con il loro rivestimento a effetto legno, contribuiscono all’inserimento armonioso nella zona verde. Quattro corpi scale/ascensori, agli angoli della corte interna, fungono da collegamenti verticali e consentono l’abbattimento totale delle barriere architettoniche.

Non meno del 30% del fabbisogno energetico dell’edificio sarà assicurato da fonti di energia rinnovabile. L’isolamento dell’involucro dell’edificio, mediante sistemi di facciata ad alte prestazioni ambientali, e accorgimenti come la corte interna a verde, consentiranno di ridurre la richiesta energetica.

IL QUARTIERE

Saxa Rubra (sassi rossi), il cui nome ha origine dalla presenza di tufo rosso, è un territorio antico, vi si svolsero la battaglia del Cremera e qui iniziò la battaglia di Ponte Milvio. Ma Saxa Rubra è anche una zona urbana con diverse aziende di piccole e grandi dimensioni. Qui si trova anche il centro radiotelevisivo della Rai.

Nel comprensorio, dall’altra parte del fiume Tevere, sorge anche Fidene, antica città di origine etrusca, A fare da sfondo a questo territorio anche i quartieri nati intorno agli anni ’70-’80 come Serpentara e Nuovo Castel Giubileo, e quelli più recenti degli anni 2000 come Bufalotta, prettamente residenziale, e Porta di Roma, cuore commerciale dell’area.